Rotti
Advocacy

Rotti

Il nostro modo di vedere le cose è fortemente influenzato dai condizionamenti assorbiti sin dall’infanzia. Abbiamo imparato esista un modo giusto di essere, una giusta sessualità, un corpo giusto, un modo di comunicare, di pensare…

Tutto il resto è strano, bizzarro o semplicemente rotto.

Stona in mezzo alla sinfonia di strumenti perfettamente accordati di quella orchestra fittizia che si è impiantata dentro le nostre teste. Uso il noi perché mi è capitato spesso di stupirmi per qualcosa o qualcuno diverso da me. E stupirsi quando non si sospetta l’esistenza di altri universi fuori dal nostro, non è una cosa poi così strana. Staccarsi dalle nostre certezze può fare paura, può essere difficile ammettere che il nostro non è l’unico modo giusto di esistere.

Ne esistono infiniti altri

Riuscire a far affermare una visione nuova del mondo non è facile, ti scontri con un’infinità di certezze infrante. Comprese le proprie che sono quelle che sfracellandosi al suolo fanno più rumore di tutte e poi niente più è come prima.

Non si può mica tornare indietro dopo essersi tolti quegli occhiali incrinati, che ti restituivano un’immagine falsata delle persone e del mondo. Siamo progettati per difenderli strenuamente quegli occhiali rotti, perché metterne in dubbio la visione, equivale a mettere in dubbio sé stessi. Ma di dubbio in dubbio, sono destinati a infrangersi. E allora seminiamo dubbi.

Ti è piaciuto il post? Vuoi rimanere sempre aggiornato? Iscriviti alla Newsletter o lascia un like alla mia pagina FacebookSiamo anche su YouTubeInstagram e Twitter

Scritto da Tiziana - Aprile 12, 2021 - 423 Views

Nessun Commento

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *