Intervallo
Le Cronache del Bradipo

Intervallo

Non ho tantissimi ricordi di quando ero molto piccola, ma quelli che ho sono vividissimi.

Alcune cose è come se fossero successe ieri. Ricordo suoni, colori, profumi, sogni… alcuni di questi sogni, per anni ho creduto fossero fatti accaduti realmente talmente erano “veri”.

Cercando di soffocare i pensieri brutti, ieri notte mi sono messa a scorrere alcuni di questi ricordi. E mi è tornato in mente di quando mi sedevo per terra davanti alla lavatrice in funzione.

Una di quelle vecchissime degli anni 70, aveva l’oblò argentato e le guarnizioni nere. Era sempre in funzione e a pieno carico, che con tre bambini ce n’è tanti di panni da lavare. Stavo seduta in terra e la guardavo girare e girare. Ricordo la sensazione rilassante di perdersi, in mezzo alle bolle del detersivo in polvere che si scioglieva nell’acqua e ai panni che andavano su e giù.

Una sensazione rassicurante e ancora oggi, ogni tanto mi ci perdo. Rassicurante come stare sotto alla sedia di mamma tenendo stretta stretta con la mano la sua sottana di raso con il pollice in bocca. Nascosta dagli sguardi invadenti degli ospiti inopportuni che ogni tanto venivano a turbare la tranquillità di casa.

Ci stavo le ore seduta lì in terra, fino a quando la mamma mi spediva a guardare i cartoni e allora dall’oblò sono passata alla TV e sono diventata teledipendente 🤣🤣🤣

Bradipi in Antartide
(Questa è la mia di lavatrice. Da notare quanto è vissuta… è sgarrupatissima, l’abbiamo maltrattata, rattoppata e ha pure fatto la ruggine. Ha quasi 20 anni, che in termini di obsolescenza programmata, sono un’eternità)

Ti è piaciuto il post? Vuoi rimanere sempre aggiornato? Iscriviti alla Newsletter o lascia un like alla mia pagina Facebook

Scritto da Tiziana - 13 Aprile, 2020 - 170 Views

Nessun Commento

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *