Modi di dire
Le Cronache del Bradipo

Modi di dire

Da un po’ non posto nulla sui modi di dire, travisati dai bambini (e non solo ho visto).

Ogni post di questo tipo scatena un tripudio di commenti esilaranti, tanto che ho appuntato gli spunti più divertenti.

Eccovi una piccola carrellata.

(Agli autori, dico: palesatevi!)

Cominciamo con un riferimento ad un cartone storico: Ufo Robot (Goldrake).

Vi ricordate quando gridava “Alabarda Spaziale!”? Io ho sempre capito: “Alla banda spaziale!” e immaginavo Goldrake affrettarsi per prendere il suo posto in una banda che si esibiva solo nello spazio.

Ma come avrebbe potuto così sconfiggere i nemici? Forse suonavano di m3rd4?

Non lo sapremo mai.

Ecco quello che invece capiva qualcuno da piccol*(Non ricordo il nome della persona, ma il tuo commento mi ha fatto ridere un sacco ???)

[Descrizione immagine: Una barba bionda in primo piano, su sfondo circolare blu. Sta nello spazio, ha attorno alcuni pineti e sta rispondendo al telefono. Dall’altro capo gli dicono: “che fine hai fatto? Mi stanno facendo il cul0!”. La Barba Spaziale risponde: “Scusa Actarus. Ho trovato traffico sul raccordo astrale”. Sotto c’è scritto in giallo: “Ha la Barba Spaziale!”]

Un altro spunto datomi dai vostri commenti, è quello che segue:

Mai sentito parlare di san Giovanni decollato?

Io no. Comunque in pratica è stato un titolo cardinalizio istituito da papa Paolo VI nel 1969. Il nome si riferisce a San Giovanni Battista, detto anche San Giovanni Battista Decollato in quanto ucciso per decapi4azi0n3.

Ecco come se lo immaginava qualcuno:

(san Giovanni mi è venuto una vera m3rd4, ma ho dovuto fare veloce)

[Descrizione immagine: Aereo ad elica rosso, su sfondo circolare giallo. A pilotare c’è un ipotetico (e venuto veramente di m3rd4), san Giovanni. Attorno al circolo giallo c’è scritto: San Giovanni Decollato]

Continuiamo rimanendo in tema religioso che ci da sempre tante soddisfazioni.

È natale, mezzanotte, e una canzone canta del “pargol divino” o “bimbo divino”.

Numerosi etilisti in fasce, se lo immaginavano così:

[Descrizione immagine: Sfondo circolare giallo, in primo piano c’è un fiasco di vino con un ciuccio al posto del tappo, bavaglino con paperella, pannolino, un sonaglino in una mano e un biberon col latte, in un’altra. Sotto c’è scritto: “Bambino di Vino”]

(dannato pensiero visivo che ti fa ridere durante messe, funerali e altre occasioni solenni in cui non si dovrebbe ridere!)

Alla prossima con altre scemità illustrate.

Scritto da Tiziana - Maggio 22, 2023 - 886 Views

Nessun Commento

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *