Nebbia nel cervello
Vita da Bradipo

Nebbia nel cervello

Sto nella fase nota come “nebbia nel cervello” durante la quale ho difficoltà a concepire una frase intellegibile senza l’uso del vocabolario dei sinonimi e contrari. Durante la quale mi escono dalla bocca frasi come: “allacciatevi la doccia” lasciando interdetti i miei figli per dieci minuti, non sapendo che cosa voglia da loro e se stia scherzando. Durante la quale mischio i nomi della gente e chiamo tutti gli oggetti “quella cosa sulla cosa”. I neuroni sono andati in vacanza (beati loro), quindi riesco a pensare solo immagini più o meno stupide. Non riesco purtroppo a tradurle in parole e frasi, che è quello che faccio di solito quando scrivo qualcosa. La “vedo” e descrivo. È faticoso per me e non riesco a farlo per tanto tempo, sicuramente non quando sto così.

Quindi non sapendo cosa raccontare, ma volendolo fare perché sono di fondo masochista, racconterò una telefonata avuta luogo qualche giorno fa…

Avevo chiesto informazioni circa un corso abbastanza interessante e pensavo mi arrivassero via mail. Invece no!

Ciao Tiziana!

E chi cazzo sei? – Ho pensato, passando in rassegna mentalmente tutta la “miriade” di persone che conosco (esclusi parenti e consanguinei, forse 5), ma non era nessuna di queste.

Tiziana, telefono da parte della Whalla Whalla Washington, in merito alle informazioni circa quel corso che… bla bla...

Recupero a fatica il ricordo di quel click dannato e dico

ah si – (stop)

Bene Tiziana, sono qui per fornirti tutte le informazioni e rispondere a tutte le tue domande. Quindi il nostro corso…

Comincia a snocciolare informazioni non richieste infiocchettate da una serie di espedienti da venditore consumato. Ma io volevo sapere solo costo, modalità e inizio del corso. Non è dato saperlo. In compenso conosco i nomi di tutti i professori, le aziende con le quali collaborano, come sono strutturate le aule…

Pensando di continuo “si ma io voglio solo sapere costi, modalità e durata”, mimo impiccagioni immaginarie e altri gesti estremi e cruenti, dicendo ogni tanto “mmh mmh” quando dice:

Ci sei Tiziana? Su un po’ di vita!

mmh mmh

Si come no! Viva, vegeta e reattiva come il rigor mortis.

Quindi ti dicevo bla bla bla

Ad un certo punto esce fuori il costo di tutto e non è nemmeno tanto alto, ma tutta questa chiacchiera mi fa sentire estremamente manipolata e ho già deciso come finirà la telefonata. Ma mi interessa sapere una cosa soltanto ancora e la chiedo

Ok, capito. Ma quando inizierebbe il corso

Ok Tiziana, calma calma. Sei proprio una lepre, mentre io sono una tartaruga. Andiamo per gradi, quindi dicevo bla bla, consultati con tuo marito e poi domani ti richiamo per i dettagli.

Ti è piaciuto il post? Vuoi rimanere sempre aggiornato? Iscriviti alla Newsletter o lascia un like alla mia pagina Facebook

Scritto da Tiziana - Settembre 17, 2019 - 200 Views

Nessun Commento

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *